RSU GRUPPO HERA
Segreterie Regionali di Categoria Emilia-Romagna

8 MARZO 2022

 

 

Quest’anno la Giornata Internazionale della Donna si celebra in un contesto, purtroppo
ancora drammatico.

 Dopo 2 anni di pandemia mai avremmo pensato che ci dovessimo di nuovo trovare di

fronte ad una guerra, che si combatte vicino a noi, in Ucraina alle porte dell’Unione
Europea.

Una guerra che per l’ennesima volta colpisce i civili, dividendo famiglie (le madri e i
bambini in fuga, gli uomini a imbracciare le armi) producendo morte, povertà e
devastazione.

 Virginia Woolf nel suo saggio, scritto nel 1940 sotto i bombardamenti tedeschi si
domandava:

Ma come possono le donne lottare per la libertà senza armi da fuoco?

“Possiamo fabbricare idee” – è la risposta – “Ma perché le idee siano efficaci,
dobbiamo essere in grado di spararle. Dobbiamo metterle in atto”.

Per metterle quindi in atto assumiamoci la responsabilità di portare le nostre idee e le
nostre voci, apriamo spazi di confronto e discussione, facciamolo tutte/i insieme, anche dai
nostri posti di lavoro.

Prendersi cura del mondo in cui viviamo, lottare contro la politica cieca dei confini, contro
ogni forma di discriminazione e disuguaglianza, per il lavoro di qualità e in sicurezza, per
l’inclusione sociale, per l’ambiente e lo sviluppo sostenibile, è l’unica condizione per
costruire un futuro di pace per tutte/i.

 In occasione di questo otto marzo, GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA,
chiediamo con forza e determinazione la fine di tutti i conflitti e la pace per tutte/i.

 

 

 Le delegate e i delegati delle RSU del Gruppo Hera
Le segreterie regionali di Categoria Emilia-Romagna

 

Bologna, 8 marzo 2022

image_pdf